Identificare il target è uno dei punti chiave del copywriting. Ogni copy infatti quando scrive fa riferimento a una particolare audience, in base alla quale calibra tono e stile della scrittura. Scrivere un testo per il web infatti non è mai un’attività che viene svolta di getto, ma alle spalle c’è sempre un attento studio che consente di non sbagliare e di attirare l’attenzione dei lettori “giusti” a seconda dell’obiettivo.

Copywriting: cos’è il target e perché è importante

Iniziamo dalle basi: c’è il target? Si tratta di un gruppo di potenziali lettori a cui ci si rivolge. Quando un copy scrive un testo dunque lo fa pensando a loro, impostando una vera e propria strategia. Tale regola vale ancora di più quando parliamo di copywriting applicato al marketing. In questo caso il prodotto o servizio viene presentando usando un determinato linguaggio e toccando alcuni punti che sono fondamentali per il target di riferimento. Questa breve spiegazione ci aiuta a capire quanto il target di riferimento sia importante. Per stabilirlo non possiamo fare delle semplici supposizioni, ma svolgere una ricerca accurata, individuando con precisione la nicchia a cui ci si rivolge.

Copywriting: il target, uno strumento chiave

Un copywriter non è un semplice content writer, ossia non si limita a creare dei contenuti, ma gli dà vita. Come? Realizzando proprio ciò che l’utente cerca sui motori di ricerca, rispondendo alle sue domande e spingendolo, il più delle volte, a compiere un’azione. Un copywriter crea una vasta gamma di contenuti, passando da un tema all’altro, dai post di blog a testi per i social media, sino a schede prodotto e articoli web. Oggi più che mai il copywriter è parte attiva nelle campagne di marketing online, realizzando descrizioni di servizi o prodotti, annunci su Instagram o Facebook, sales letter e testi informativi. Per svolgere tutte queste attività è d’obbligo per riesca a stabilire un legame con il target.

I potenziali clienti sono un elemento chiave in ogni lavoro di copywriting. Un copy infatti deve riuscire sempre a riconoscere contenuti e stili interessanti per il target ed evitare quelli che non avrebbero appeal. Inoltre è d’obbligo considerare la coerenza del messaggio e l’accordo fra grafica e testo. Più serio o più divertente, creativo o informativo: a seconda del messaggio da veicolare e del target a cui si fa riferimento, il copy può modificare il contenuto, rendendolo sempre di qualità e plasmandolo in base alle esigenze del cliente.

Una questione delicata e molto importante su cui sono intervenuti alcuni nomi chiave del web marketing, come Jonah Sachs, CEO di Free Range Studios e noto imprenditore, che ha spiegato: “Un buon professionista del marketing vede i consumatori come esseri umani completi, con tutti gli aspetti delle persone reali”. Ma anche David Meerman Scott, stratega del marketing negli Stati Uniti. “Al posto del marketing dell’interruzione, da uno a molti, il web marketing permette di fornire contenuti utili nel preciso momento in cui la persona li sta cercando”, ha detto. Una frase verissima, che mette in luce potenzialità e forza del copywriting.

Crediti immagine: Unplash.

Leave a Reply