Le Long Tail Keyword, o parole chiave a coda lunga, sono un’arma estremamente potente (e ancora sottovalutata dalle aziende) per scalare la SERP di Google con un sito web.

Devi sapere che le long tail keyword portano con sé un grande vantaggio in termini di ricerca web altamente mirata. Selezionando le giuste parole chiave e usandole a tuo vantaggio, potrai far emergere i contenuti del sito per il tuo target di riferimento.

Prima di tutto, è bene comprendere che una strategia SEO focalizzata su parole chiave generiche nel 2021 non ha più senso di esistere. Google dedica sempre più attenzione a pagine web che curano l’esperienza utente e soddisfano i suoi intenti di ricerca.

Cosa significa?

Che gli utenti stanno passando da una ricerca web poco strutturata (una o due chiavi di ricerca) ad un tipo di ricerca online più complesso, specifico e dettagliato. Ciò è dovuto all’aumento delle ricerche vocali o ai tipi di ricerca conversazionali.

“Ok Google, trova il ristorante aperto più vicino a piazza Navona”

Se anni fa la ricerca web basata su long tail keyword era famosa solo per il suo basso volume, oggi, secondo ThinkwithGoogle:

“Le parole chiave a coda lunga potrebbero fornire un’opportunità non sfruttata dalle aziende per connettersi con potenziali clienti.”.

Investire su questo tipo di keyword e sugli intenti di ricerca ad esse associati sono oggi un’enorme occasione per aumentare il traffico web.

Per iniziare, dovrai capire quali parole chiave a coda lunga possono offrirti grosse opportunità di traffico. Dovrai quindi valutare la loro concorrenza (quella effettiva o futura) e i tassi di conversione che potrebbero generare.

Ecco come impostare correttamente una long tail keyword strategy.

Cosa sono le Long Tail Keyword?

Le parole chiave a coda lunga sono query di ricerca altamente specifiche che interrogano il motore di ricerca su informazioni minuziose. Servono per circoscrivere ulteriormente l’intento di ricerca dell’utente. In genere, le Long Tail Keyword hanno un basso volume di ricerca, una bassa concorrenza ma tassi di conversione molto elevati.

Long tail keyword diagramma cartesiano La Penna del Web

Perché si chiamano chiavi di ricerca a coda lunga?

Sono definite parole chiave a coda lunga perché se dovessimo tracciare un diagramma cartesiano delle keyword in base ai loro volumi di ricerca mensile, queste si posizionerebbero all’estremità bassa (la coda lunga) della curva di domanda della ricerca.

Ciò significa che solo poche persone cercano questi termini ogni mese.

Ma nonostante un basso volume di ricerca mensile, le parole chiave a coda lunga sono spesso più facili da posizionare in SERP e generano conversioni più elevate rispetto alle parole chiave più generiche.

Long tail keyword come un brontosauro La Penna del Web

Il diagramma di volume di ricerca keyword ricorda la silhouette di un brontosauro (o di qualsiasi altro grande animale con una lunga coda).

Parole chiave a coda lunga e intento di ricerca

Le long tail keyword contengono una chiara esigenza di ricerca utente da risolvere: l’intento di ricerca è espresso. È un’informazione preziosissima per la creazione dei tuoi contenuti web! Una volta compreso l’intento di ricerca, puoi creare i contenuti necessari a esaminare a fonda la query di ricerca.

Facciamo un esempio molto semplice.

Un utente che cerca [pentola Le Creuset Cocotte 24 cm] indica una chiara intenzione di acquisto. Viceversa, una query di ricerca come [pentola in ghisa] è molto meno chiara. In quest’ultimo caso l’utente potrebbe chiedere informazioni su offerte e promozioni per pentole. Oppure semplicemente farsi un’idea del materiale per cuocere il cibo.

Quanto è lunga una Long Tail Keyword?

Considera che la lunghezza effettiva di una parola chiave non è rilevante per definirla long tail keyword. Le parole chiave a coda lunga tendono ad essere lunghe almeno tre parole a causa della loro specificità.

Ma anche le long tail keyword possono essere formate solo da una o due parole.

Perché le Long Tail Keyword sono fondamentali nella SEO?

Secondo uno studio condotto da Backlinko su 306 milioni di parole chiave, il 91,8% di tutte le query di ricerca sono long tail keyword (vedi grafico sopra).

Immagina cosa potresti ottenere se tutte quelle query di ricerca specifiche portassero nuovi lead verso le risorse del tuo sito web ad alta conversione. Per confermare questa teoria, ti invito a controllare il tuo account di Google Search Console e controllare con quali termini si posiziona il tuo sito web. La maggior parte di questi potrebbe essere proprio long tail keyword.

3 Vantaggi delle Long Tail Keyword

Ci sono tre vantaggi principali nel considerare una strategia SEO per long tail keyword:

1. Meno concorrenza

Le parole chiave a coda lunga sono specifiche per la tua attività e la tua nicchia. Di conseguenza il volume di ricerca è molto basso. Ciò significa che non sono necessari grandi sforzi per rankare i contenuti su queste keyword. Una semplice attività di SEO on-page e link building dovrebbe far salire le tue landing page in una posizione di rilievo se i tuoi contenuti sono abbastanza specifici.

2. Conversioni più elevate

Grazie alle long tail keyword sarai in grado di identificare le query che rilevano l’intento dell’acquirente e la necessità di ulteriori informazioni. Potrai utilizzare queste indicazioni per raggiungere lead altamente qualificati per il tuo customer journey e integrare al meglio il tuo marketing funnel.

3. Massimizzi la ricerca semantica, conversazionale e vocale

Le long tail keyword sono parte integrante dell’ottimizzazione per la ricerca semantica.

Viviamo in un’epoca in cui il 55% dei Millennial utilizza quotidianamente la ricerca vocale. Quando un utente interroga strumenti di ricerca vocale, utilizza frasi o domande come [quali sono i migliori ristoranti di sushi nelle vicinanze?] e ricerche con intenti chiari [confronta il prezzo tra Playstation e Xbox].

Il tuo obiettivo è di prevedere l’intento dietro le domande di ricerca vocale e fornire risposte adeguate.

Il maggior punto a favore delle long tail keyword è che anche quando la densità di ricerca è bassa, queste parole chiave possono comunque essere incredibilmente preziose per la tua attività e generare alti tassi di conversione.

Long tail keyword importanza traffico e-commerce La Penna del Web

Come trovare parole chiave a coda lunga

Aumentare il posizionamento per le giuste long tail keyword potrebbe rivelarsi una vera e propria miniera d’oro per il tuo business.

Scoprire nuove parole chiave a coda lunga non è poi così complicato. In pochi minuti puoi creare un elenco accettabile di parole chiave.

  1. Inizia il lavoro partendo dalla tua Google Search Console.
  2. Scarica le stesse informazioni dal report delle tue campagne pay-per-click su Facebook, Instagram o YouTube. Prendi in considerazione quei dati che potrebbero servirti per scovare nuovi termini o argomenti.
  3. Prova a generare nuove long tail keyword utili per la tua nicchia per le quali potresti rankare in SERP.

Ecco come creare in autonomia un elenco di long tail keyword

  • Prepara un elenco di parole chiave generiche attinenti al tuo business.
  • Controlla i suggerimenti forniti dal completamento automatico di Google Suggest sulla barra di ricerca. Scorri fino alla fine della SERP e annota i suggerimenti di completamento automatico. Per rafforzare la tua ricerca, ripeti l’attività su Bing e sugli altri motori di ricerca “minori”.
  • Associa queste potenziali long tail keyword alla tua lista di obiettivi. Raggruppa le tue chiavi di ricerca per categorie, scopo o utilità e sfoltisci la tua lista dove ti accorgi le query sono irrilevanti o senza reale contenuto.

Una volta ridotta la tua lista di potenziali long tail keyword sarai pronto per iniziare a ottimizzare le tue pagine web e inserire il contenuto relativo alle tue nuove keyword ad alta conversione.

Come creare contenuti basati su Long Tail Keyword

Ora che hai un elenco di parole chiave a coda lunga come sfruttare queste preziose informazioni? Molto dipende da quanto sono strettamente correlate le tue nuove long tail keyword ai tuoi contenuti.

Creare una pagina web per ciascuna long tail keyword trovata è l’ideale ma non sempre possibile. Non tutte le parole chiave a coda lunga offrono l’opportunità di realizzare un contenuto di valore. E non puoi inserire long tail keyword ovunque tu voglia aumentare il traffico per quella pagina.

Soprattutto, quando hai centinaia di long tail keyword da lavorare per il tuo target, hai bisogno di contenuti diversi per pagine di destinazione dedicate per ottimizzare per le tue code lunghe.

Scomponi l’elenco di potenziali parole chiave a coda lunga in sotto-gruppi di facile comprensione e organizzati in base all’intento di ricerca dell’utente.

Ad esempio, se devi ottimizzare il traffico relativo a [aspirapolvere senza fili], il tuo elenco di keyword potrebbe essere molto simile a questo:

Long tail keyword esempio creazione elenco La Penna del Web

Organizzare le tue long tail keyword per argomento ti aiuta a trovare la giusta pagina web in cui poterle inserire. Se questo contenuto esiste già sul tuo sito, potrai aggiornare la pagina inserendo le nuove code lunghe senza troppi sforzi. Diversamente, hai un elenco di idee da approfondire e sviscerare su cui poter concentrare il tuo content marketing.

Ogni volta che pubblichi nuovi contenuti sul tuo sito web non dimenticare i link interni. Anche loro contribuiscono a migliorare la visibilità di pagine web poco esposte, soprattutto quando contengono riferimenti di collegamento a long tail keyword.

Aumentare la qualità dei contenuti con le Long Tail Keyword

Ora sai quanto valgono le long tail keyword in termini di traffico e posizionamento SEO, Ma non è tutto. L’autorevolezza del tuo sito web crescerà solo se associ alle tue parole chiave a coda lunga un contenuto di valore.

Nel 2021 l’unico modo per essere riconosciuto e generare traffico da conversione è quello di creare risorse di alto valore, scrivere con frequenza sul blog della tua azienda e aggiornare i tuoi testi commerciali per esprimere al meglio la tua UVP (Unique Value Proposition).

Quando modifichi i tuoi contenuti e ottimizzi le tue pagine web per includere le tue nuove long tail keyword, ricorda di misurare le variazioni in SERP e tenere traccia del traffico web. Ogni giorno puoi scoprire nuove frasi o parole chiave da presidiare per rafforzare la tua reputazione online e migliorare la tua SEO on-page.

Crediti immagine: pexels.com.

Nicola Onida

Nicola Onida

Appassionato di comunicazione e marketing digitale. Aiuto aziende e professionisti a raggiungere la visibilità online. Mi trovi su www.facilewebmarketing.com

Leave a Reply