Il copy è fondamentale quando si parla di social, ma soprattutto di Twitter. In questo caso infatti in soli 280 caratteri è necessario creare un testo che sia in grado di attirare l’attenzione e spingere all’azione. D’altronde il successo di una campagna social dipende non solo dalle immagini, ma anche dal copy che accompagna ogni contenuto visual.

Twitter: come creare il copy giusto

Ma andiamo con ordine: il copy è un parte testuale che è scritta e dedicata al pubblico di riferimento. Il suo compito? In poche parole convincere a fare click, promuovendo un’azienda o un prodotto. Costruire il contenuto nel modo giusto perciò è fondamentale. Ma come fare? Ecco alcune regole da seguire.

Ragionare come il consumatore – Un consumatore acquista quando sente di avere un bisogno da soddisfare. Un vero marketer riesce a fornire in tempi brevi una risposta alla domanda della sua audience. In questo caso è fondamentale la scelta delle keyword che verrà effettuata dal professionista. Un esempio? La parola vendita (oppure servizi) conferisce un’idea di disponibilità e immediatezza. Va da sé che il contenuto che appare su Twitter deve soddisfare in toto le aspettative dell’utente.

Esprimere un vantaggio assicurato – Un utente decide se leggere (o cliccare) su un copy se reputa che un contenuto fornisce un vantaggio effettivo. La decisione del consumatore è legata a quanto riesce a comprendere e fare suo il messaggio che viene veicolato su Twitter.

Essere empatici – Fare leva sulle emozioni è la via giusta per arrivare al cuore dei lettori. I sentimenti infatti toccano nel profondo gli utenti, spingendoli all’azione. In questo caso un claim d’effetto consente di catturare l’attenzione. Pensiamo a “fare l’amore con il sapore” o a “dare vita alle idee”, frasi che consentono di rendere più attraente il prodotto. In questo caso lo storytelling può diventare uno strumento estremamente efficace e di grande impatto.

Comunicare l’unicità – La prima regola di un copy efficace? L’unicità! Un copywriter di talento sa essere estroso ed è in grado di mettere in luce i punti di forza di un brand.

Studiare i dati – Anche su Twitter conoscere il target a cui ci si rivolge è importante. Per farlo è necessario studiare i dati. Un aiuto può arrivare da Google Analytics, un ottimo strumento quando si devono scrivere post e avviare campagne social. D’altronde il successo di un testo – su Twitter, ma anche su Instagram e Facebook – è dato soprattutto dalla capacità di conoscere l’audience.

Twitter: il copy giusto in pillole

Creare un copy di successo sui social è un tema affrontato anche da Jack Dorsey, fondatore e presidente di Twitter. Ecco i suoi consigli in pillole:

  • Disegna la tua idea
  • Condividila: ti accorgerai se funziona
  • Aspetta il momento giusto
  • Riconosci la fortuna quando arriva
  • Perfezionala continuamente

“Il mio obiettivo è semplificare le complessità – ha spiegato qualche tempo fa il manager e creativo -. Ogni tweet racchiude un intero universo e tutto dipende dai contenuti e dalla capacità di diffusione intrinseca al messaggio

Crediti immagine: Unplash.

Leave a Reply