Senza il copy giusto il tuo sito può avere moltissimi danni. Si tratta di un dato di fatto e di una questione che in tanti dovrebbero conoscere. I contenuti infatti sono fondamentali per rendere un sito web non solo più fruibile da parte degli utenti, ma anche maggiormente premiato e apprezzato da Google.

Un esempio sono i contenuti duplicati a cui spesso alcuni siti ricorrono credendo che questo basti a favorire l’indicizzazione. In realtà di tratta di una scelta non solo sbagliata e scorretta, ma anche deleteria che andrebbe evitata assolutamente perché penalizza il sito web.

I contenuti duplicati e i danni causati da un copy sbagliato

Con il termine contenuti duplicati si intendono dei contenuti che appaiono sul web in differenti posizioni. In sostanza si parla di duplicazione quando un contenuto testuale appare in diverse URL di pagina. Perché costituiscono un “problema SEO”? Nonostante non possano generare delle penalizzazioni impattano in modo pesante sul posizionamento sui motori di ricerca. Quando Google trova “contenuti evidentemente simili”, chiamati appreciably similar content, in differenti indirizzi web ha difficoltà nello stabilire quale sia la versione più rilevante per una specifica ricerca degli utenti.

I contenuti duplicati infatti causano tre problemi:

  • I crawlers dei motori di ricerca non riescono a riconoscere quale versione dei contenuti è da indicizzare e includere nei risultati perché sono troppo simili.
  • Non sono capaci a dirigere nel modo giusto tutte le metriche che derivano dai link che virano verso un contenuto e separarle fra le varie versioni.
  • Di fronte a contenuti duplicati non sono in grado di capire quale va posizionata per una ricerca correlata (query).
    Di conseguenza contenuti copiati causano perdite di ranking e di traffico. Google infatti con l’obiettivo di offrire la migliore esperienza di ricerca evita di mostrare le versioni multiple di un contenuto. I risultati duplicati infatti non possono apparire nella SERP. Inoltre questa situazione mette a rischio la link equity o link juice perché i siti che scelgono di linkare un determinato contenuto potrebbero per errore selezionare un duplicato.

I contenuti duplicati e i danni causati dal copy sbagliato: come rimediare

Come evitare i contenuti duplicati? Dopo aver capito quanti danno possono causare a un sito web è facile intuire quanto sia importante tenersi alla larga da questa pratica. Secondo alcune stime circa il 30% dei contenuti che si trovano sul web sono duplicati. Molto spesso chi apre un sito si preoccupa di curare la grafica e di renderlo navigabile, di fare pubblicità e inserzioni, ma dimentica un aspetto chiave: i contenuti. Non solo il web è fatto di contenuti, ma è fondamentale che siano ben scritti e di qualità perché possano farsi notare da Google. Solo in questo modo si otterranno buoni risultati e si potranno scalare le classifiche nei motori di ricerca. Rivolgersi a professionisti del settore in questo caso è un ottimo punto di partenza e un obbligo da rispettare per non pentirsi in futuro.

Crediti immagine: Unplash.

Leave a Reply